Raccontare la Grecìa

 

Nel marzo e maggio del 2014 un gruppo di studio composto da antropologi e studiosi di teatro giunge nella Grecìa salentina con lo scopo di raccogliere racconti e testimonianze sulla lingua grika dagli abitanti del posto.

La presenza della minoranza ellenofona è accompagnata da un forte senso di identità che va oltre la questione linguistica e si manifesta in numerose espressioni culturali.

l progetto “Raccontare la Grecìa” si è proposto di contribuire alla tutela della lingua grika approfondendone gli aspetti etnologici attraverso gli strumenti dell’antropologia culturale, dell’antropologia visuale e della spedizione sul campo, cercando e documentando testimonianze di tradizione orale che saranno analizzate, studiate e raccolte in una pubblicazione finale a cura dell’equipe.

Al termine delle operazioni, il materiale rinvenuto è stato diffuso in modo “non convenzionale” con l’allestimento di uno spettacolo teatrale a cura della compagnia teatrale Amethéa.
In sede di presentazione sono intervenuti Francesco Pellegrino, Presidente facente funzioni dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina; Antonio Chiga, assessore alla cultura di Zollino; Eugenio Imbriani, Università del Salento; Giovanni Azzaroni, Università di Bologna;.
Il progetto è stato presentato dal Comune di Zollino e dalla compagnia teatrale Amethéa 24°/7° nell’ambito dell’avviso “Interventi Regionali in materia di Minoranze Linguistiche” in riferimento alla legge regionale n.° 5/2012.
Con l’obiettivo di rivenire testimonianze orali in relazione all’uso della lingua grika, Giovanni Azzaroni, direttore della ricerca e docente di Antropologia dello spettacolo al Dams di Bologna, ha avuto mandato di costruire un’equipe di giovani ricercatori composta da tre studiosi e due membri dell’Associazione Amethéa 24°/7°. L’indagine è durata 30 giorni, articolata in tre spedizioni sul campo di 10 giorni ciascuna nell’arco di due mesi. Terminata la fase di raccolta, l’equipe ha riorganizzato il materiale acquisito in una pubblicazione scientifica.
Il materiale emerso è stato poi elaborato dagli attori di Amethéa 24°/7°, compagnia nata a Bologna nel 2010 e operante nella Grecìa Salentina, ospitata in residenza artistica dal Comune di Zollino. L’associazione ha curato gli sviluppi artistici del progetto trasformando le storie raccolte in testo teatrale, seguendo uno stile in continuità con altri lavori già svolti.

Il gruppo Meditfilm, impegnato nella documentazione audiovisiva della ricerca, per l’occasione ha pubblicato il documentario “Mana”, diretto da Tommaso Faggiano e Fabrizio Lecce. “Mana” è il diario filmato della ricerca di campo e compare come allegato al volume “Raccontare la Grecìa: una ricerca antropologica nelle memorie del Salento griko” a cura di Giovanni Azzaroni e Matteo Casari (Edizioni Kurumuny – 2015).

 

×

Comments are closed.