La Terra di Fronte – Vince al Festival “Sguardi, visioni, storie”

Il documentario “La terra di fronte” vince il primo premio al Festival “Sguardi, visioni, storie” di Lanusei (OG) in Sardegna. Il Festival, giunto alla sua quinta edizione, si è svolto dal 19 al 21 novembre 2015 ed è organizzato dall’Associazione LA DISCOTECA 74 di Lanusei in collaborazione con LA CINETECA SARDA ed con il patrocinio del Comune di Lanusei.

Il Festival è stato realizzato con la collaborazione della Società Umanitaria-Cineteca Sarda e per la tre giorni ha selezionato i film migliori. La giuria, presieduta dal direttore della Cineteca Sarda Antonello Zanda, ha premiato il miglior videomaker, il miglior film italiano e internazionale e il miglior film sardo.
Tra i film in concorso segnaliamo “SK Sonderkommando” di Nicola Ragone (sceneggiato insieme a Silvia Scola con la fotografia di Daniele Ciprì), il cortometraggio dell’Abkhazia NR 211 di Kvekveskiri Teimuraz, “Peluquero futbolero” di Jean Manuel Aragon, “Tommy” di Andrea Navicella e Sugar Plum Fairy di Marco Renda.

Per la categoria miglior film italiano e internazionale il premio è andato a “Il grano e la volpe” di Raffaele Manco e Vincenzo Guerrizio.

Per la categoria miglior film sardo è stato premiato “Per Anna” di Andrea Zuliani, mentre il premio del pubblico è andato a “Senza parole” di Edoardo Palma.

Il riconoscimento per il miglior videomaker è andato a “La terra di fronte” di Fabrizio Lecce, prodotto da Meditfilm e Oltrevela e realizzato nell’ambito del progetto Luoghi e Visioni: “un buon documentario che mette al centro il viaggio di andata e ritorno dalle proprie radici: un albanese arrivato in Italia con i primi esodi degli anni novanta, adattato alla realtà del piccolo paese in cui sbarcò venti anni fa, e un italiano di parlata arbereshe, il quale va a ricercare le proprie origini linguistiche e culturali nell’Albania contemporanea, riuscendo a definire la propria identità”.

×

Comments are closed.